L’Home Staging al servizio dei costruttori edili: un appartamento campione low cost

Visitare un appartamento campione che permetta di apprezzare le caratteristiche di bellezza, funzionalità e prezzo di vari appartamenti in vendita, presso un edificio di recente costruzione.

L’idea consiste nel “mettere in scena”, quindi arredare solo parzialmente un appartamento, affinchè diventi rappresentativo dell’intero stabile. Quindi non un arredo completo, sostanzialmente inutile per lo scopo.

dopo 1

dopo 2
Un pannello in forex 3 mm, misure 200 x 140 circa, in sostituzione della cucina. Si fornisce, così facendo, un’idea di arredo e soprattutto degli spazi, non facili da defenire dai non addetti ai lavori.

dopo 3

dopo 4

dopo 5

dopo 6

dopo 7
I potenziali compratori si trovano coinvolti in un ambiente che parla da sè. La differenza con gli ambienti sottostanti, vuoti e privi di “anima”, è evidente.

prima 1prima 2

prima 3prima 4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’intervento ha previsto un costo di progettazione e realizzazione. Ho proposto all’agenzia immobiliare, incaricata alla vendita dal costruttore, l’acquisto parziale degli arredi. Essi verranno spostati negli altri appartamenti, dopo la vendita del primo e andranno a costituire un piccolo magazzino di proprietà dell’agenzia a cui attingere per i successivi lavori di Home Staging.

Potrebbe essere il costruttore ad acquistare gli arredi. In fondo è un investimento utile anche per progetti futuri!

Quando ci vuole, ci vuole: complimenti all’agenzia immobiliare

Davvero in gamba l’agenzia immobiliare che mi ha conferito l’incarico per un Home Staging. Ma si, lo posso dire: si tratta di CASA & STYLE.

Devo confessare che mi hanno fatto trovare l’ambiente che tutti i miei colleghi sognano. Un appartamento completamente svuotato, ripulito ed imbiancato.

PRIMAprima 1

Cosa era successo prima che arrivassi all’appartamento? Che l’agente immobiliare era riuscito egregiamente a superare tutte le obiezioni in fase di acquisizione. Non solo. Aveva gestito il cliente talmente bene da condurlo senza fatica a ciò che gli serviva per vendere meglio e rapidamente l’appartamento.

Mi sono praticamente trovata nella condizione ottimale per fare un buon lavoro e soprattuto efficace.

PRIMAprima 3

Durante il mio sopralluogo ho avuto il piacere di conoscere i proprietari e in quella occasione ho avuto la prova di quanto avesse lavorato bene l’agente. Ho percepito tanta stima reciproca.

L’agente ha consigliato al venditore di ripulire e svuotare per poi presentare dignitosamente l’immobile. Il venditore lo ha seguito alla lettera. Questo significa avere piena fiducia nel consulente. Significa affidarsi totalmente a lui.

DOPOdopo 1

dopo 2

dopo 3

dopo 4

dopo 5

dopo 6

dopo 7

Quindi complimenti ancora. Certo sono consulenti preparati, in continua formazione e aperti al cambiamento.

Insomma un buon esempio da prendere in considerazione.

Un caro saluto a tutti!

Gabriella

 

 

 

 

 

A proposito di Marketing Emozionale: come potremmo farne a meno? Seconda parte

Prosegue il mio percorso di valorizzazione della villa non perdendo mai di vista i concetti di comunicazione olfattiva (diffusione di fragranze in tutto l’immobile); comunicazione uditiva (diffusione di musica in sottofondo, lounge o anni ’80); comunicazione visiva (colori accesi adeguatamente abbinati tra loro creando un contesto armonioso e di benessere).

La cucina – Prima
prima1-cucina-olgiate molgoraprima2-cucina-olgiate molgora

 

 

 

 


La cucina
– Dopo
dopo2-cucina-olgiate molgora L’impatto visivo è forte, soprattuto quando tale ambiente viene visualizzato sul web. La strategia consisteva nell’allestire solo certi ambienti. La cucina ne era esclusa, ma vivendo per alcuni giorni l’atmosfera di questa villa, non ho potuto fare a  meno di inserire del colore per dare calore a un pezzo immobiliare davvero suggestivo.

 


Bagno
– Prima
prima1-bagno-olgiate molgora

Ad alcuni esperti di Real Estate non piace pubblicare foto dei bagni. In questo caso, bagni multicolore davano vitalità ed effetto scenico a un immobile non arredato.

 

 


Bagno
– Dopo
dopo1bis-bagno-olgiate molgoradopo1-bagno-olgiate molgora

 

 

 

 

 

Bagno -Prima
prima3-bagno-olgiate molgora

 

 

 

 


Bagno
– Dopo
dopo3-bagno-olgiate molgora dopo3bis-bagno-olgiate molgora

 

 

 

 

 

Vuoi migliorare i tuoi strumenti di vendita? Contattami e prepareremo insieme le migliori strategie.

Gabriella

A proposito di Marketing Emozionale: come potremmo farne a meno? Prima parte

Anticipare i desideri inconsci del compratore e soddisfarli. Questo fa il marketing emozionale. E ancora. Fare in modo che viva un’esperienza sensoriale intensa, memorabile.

Pensare di poter vendere una casa senza coinvolgere il fattore emotivo significa:
– fare poche visite
– avere lunghe attese prima di riuscire a chiudere la trattativa
– dover abbassare il prezzo perchè poco attraente

Il marketing emozionale punta a coinvolgere i sensi del compratore. Credendo fortemente nel potere delle emozioni, mi sono affidata a questa strategia di marketing per realizzare un intervento di Home Staging in una villa in Brianza.

Una villa disabitata da un paio d’anni, non arredata, fredda, desolata. Ho valutato e proposto all’agenzia di arredare solo alcuni ambienti, i più strategici. Ho usato pochi arredi, ma tanti tessuti,  quadri, tappeti, lampade e accessori vari. Ed ecco il risultato.

L’ingresso
Primaprima-ingresso villa olgiate molgora prima-camino villa olgiate molgora

Dopodopo-villa olgiate molgora 1dopo-ingresso olgiate molgora 2

Il salone
Primaprima-salone olgiate molgora
Dopodopo-salone olgiate molgora 1dopo-particolare salone olgiate molgora

dopo-camino olgiate molgora 2dopo-camino olgiate molgora 1dopo-dettaglio camino olgiate molgora

Chissà se sono riuscita a comunicarti la passione che nutro nel ridare vita ad ambienti abbandonati? Chissà se sono riuscita a trasmetterti le emozioni che ancora oggi provo nel rivedere queste foto?

Ma non è finita! Altri ambienti della stessa villa ti illustrerò a breve, nella seconda parte.

Un saluto caloroso!

Gabriella

I proprietari e il loro senso di ospitalità: prepariamoli alle visite con una ricetta sfiziosa

Anche i proprietari devono fare la loro parte durante la visita del loro immobile messo in vendita o in affitto. Non possiamo addossare tutte le responsabilità all’agente immobiliare se una visita fallisce.

Oggi ho preparato per te, proprietario, una ricetta veloce, leggera e sfiziosa. Ti invito a seguirla fedelmente e a lasciarti ispirare!

Lista della spesa:

– 400 g di sorriso
“Sii generoso con  la tua energia. Sii generoso con i tuoi sorrisi” (Proverbio giapponese)
Accogliere il compratore con un sorriso è il modo migliore per farlo sentire a suo agio.

sorriso

– 400 g di gentilezza
“La gentilezza e la cortesia non sono per nulla sopravvalutate. Sono sottoutilizzate” (Tommy Lee Jones)
E’ tuo interesse sensibilizzare il compratore affinchè scelga la tua casa. Colpiscilo anche con la gentilezza.

gentilezza

– 5 gocce di essenza profumata
Al sorriso e alla gentilezza aggiungi la dose indicata di essenze profumate (o qualche candela). Il senso di benessere sarà subito percepito dal compratore.

essenze– 1 mazzo di fiori
Un ambiente allegro, accogliente e profumato è quello che serve per dare piacere a chi viene a visionare la tua casa in vendita o in affitto. La presenza dei fiori in casa può fare la differenza!

fiori

musica per creare la giusta atmosfera. Fai ascoltare musica classica o lounge al tuo potenziale compratore. Migliorerai il suo umore, ridurrai le sue ansie e preoccupazioni.

musica

Se preparato adeguatamente con tutti gli ingredienti proposti, ogni ambiente può diventare piacevole ed aiutare la nostra mente a rilassarsi o energizzarsi.

Fatemi sapere se la ricetta ha funzionato!

ricetta perfetta

 

Presentazione del nuovo libro di Gian Luigi Sarzano e Salvatore Coddetta

Guida al successo dell’agenzia immobiliare” è il titolo del nuovo libro scritto da Gian Luigi Sarzano e Salvatore Coddetta, formatori specializzati nel segmento Real Estate. Il volume è stato presentato a Milano ieri, il 7 Novembre.

Ritengo sia importante conoscere il mercato immobiliare da tutti i punti di vista. Per questo partecipo con interesse a conferenze, seminari, presentazioni, road show di settore.

Da sempre sono vicina a questo mercato, per passione personale e per interessi di famiglia. Tuttavia è un mondo che devo imparare a conoscere in modo più ampio e soprattutto a livello professionale se voglio interagire in maniera efficace con gli esperti del settore.

Presentazione libro_Gian Luigi Sarzano_Salvatore coddetta

Questi momenti di incontro e confronto con gli agenti immobiliari sono fondamentali per me, ma altrettanto utili per quegli agenti che ancora non conoscono l’efficacia di uno strumento di marketing innovativo: l’Home Staging.

Strano a dirsi, ma vero! Mi trovo spesso a dover spiegare di cosa si tratta, mentre dovrebbe essere un servizio quantomeno conosciuto. Dovrebbe far parte del bagaglio culturale e professionale dell’agente/titolare d’agenzia.

Presentazione libro Coddetta

Con grande entusiasmo dico che le cose stanno cambiando! Per fortuna qualche agenzia inizia a comprendere il valore aggiunto dell’Home Staging e ad utilizzarlo come strumento per diversificarsi sul mercato ed acquisire nuovi clienti o sviluppare i vecchi. E ancora, si inizia a proporre l’Home Staging in cambio del mandato in esclusiva.

Presentazione libro Sarzano

Il successo dell’agenzia immobiliare oggi si basa sul concetto di cambiamento.  Il libro affronta a 360° le problematiche dell’agenzia, proponendo nel concreto le soluzioni ritenute vincenti in questo momento di mercato. Credo sia un ottimo strumento di miglioramento delle performance di ciascuno di noi.

Sì mi includo anch’io, pur rappresentando un piccolo tassello del puzzle. Ma è quel tassello che aiuta a fare la differenza, aiuta ad accelerare i tempi di vendita, aiuta a mantenere costante il prezzo di vendita, aiuta ad aumentare i volumi di vendita.

Durante la presentazione del libro sia Gian Luigi che Salvatore (permettetemi il tono confidenziale) hanno ribadito l’importanza di cambiare il nostro modo di operare, vincente nel passato ma inadeguato e controproducente oggi.

Ringrazio gli autori del libro che indirettamente danno una mano anche a noi professionisti correlati al servizio immobiliare, a volte ritenuti solo un costo! Le agenzie che continuano a realizzare grandi successi di vendita in questo momento difficile di mercato, sono coloro che hanno capito l’importanza di fare squadra, di offrire nuovi servizi ai clienti e soprattutto prodotti immobiliari di fronte ai quali non si può dire di no!

Grazie a Gian Luigi e Salvatore!

Conferenza Home Stager 17 Aprile: ecco com’è andata.

Come forse avrai avuto modo di leggere, il 17 aprile sono stata invitata come relatrice alla conferenza annuale degli Home Stager, a Milano.

Si è trattata questa di un’occasione stupenda, in cui poter presentare a un pubblico di professionisti e interessati il mio approccio al mondo dell’Home Staging.

Adoro ricordare le parole di Albert Einstein.

Non è la primi crisi, e probabilmente non sarà neppure l’ultima. E possiamo superarla.
“Non possiamo pretendere che le cose cambino,
se continuiamo a fare le stesse cose.

La crisi è la più grande benedizione per le persone e le nazioni,
perché la crisi porta progressi.
La vera crisi, è la crisi dell’incompetenza.

L’inconveniente delle persone e delle nazioni
è la pigrizia nel cercare soluzioni e vie di uscita.
Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine,
una lenta agonia.

Senza crisi non c’è merito.
E’ nella crisi che emerge il meglio di ognuno,
perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze.

Invece, lavoriamo duro.
Finiamola una volta per tutte con l’unica crisi pericolosa,
che è la tragedia di non voler lottare per superarla.”

Albert Einstein

Perché uso questa citazione? Per dimostrare che i momenti di crisi servono per cogliere nuove opportunità. Se il mercato immobiliare è statico, cerchiamo di risvegliarlo con tecniche di Home Staging capaci di rendere gli immobili più accattivanti e competitivi.

Anche le locazioni creano problemi attualmente. L’inquilino che oggi può pagare, domani cambiando le condizioni di lavoro può perdere i requisiti del “buon pagatore”. E allora succede che i proprietari tengono chiuse le proprie case per timore di incappare in questo pericolo. Succede che per mesi e mesi cartelli “Affittasi” rimangono affissi con la conseguenza per i proprietari di costi fissi di gestione degli immobili che non rientrano.

Perché ti dico questo?

Perché  ho affrontato il “problema della pigrizia nel cercare soluzioni” con la soluzione dell’affitto temporaneo/breve. Da qualche giorno il magazine ACASA ha pubblicato un estratto della giornata del 17 aprile, in cui racconto come ho sfruttato l’intervento di Home Staging su una mia proprietà, tutta da pianificare!

Puoi sfogliare il magazine direttamente online su ISSUU. Mi trovi a pagina 28. Buona lettura!

17 Aprile 2013 – La conferenza milanese dedicata all’Home Staging

Sono felice di comunicarti come mercoledì 17 aprile 2013 dalle 15.00 alle 17.00 sarò ospite alla conferenza milanese dedicata all’home staging, promossa da StagedHomes.it.

Puoi iscriverti alla conferenza gratuitamente dalla pagina ufficiale. Insieme parleremo di come lanciare un’attività di Home Staging di successo, vi illustrerò casi di studio ed esperienze personali.

Ti aspetto!

Trovi tutte le informazioni dettagliate sulla pagina ufficiale.
La location è Milano, ZonaK, Via Spalato, 11 (Zara/Gioia).