Milano si, ma le altre città lombarde? Dove sono finite?

Non sono contraria al crescente sviluppo di Milano.
Tuttavia bisogna riconoscere che Milano sta soffocando le altre città lombarde.
Allo splendore di questa meravigliosa città, dove sono nata e cresciuta, si contrappone la scarsa qualità dei servizi e la mancanza di vitalità di realtà cittadine minori.
Parlando di investimenti immobiliari, Milano continua a registrare una crescita esponenziale, al suo opposto città come Cremona, Mantova, Lodi, Varese ecc. fanno fatica a emergere. 
Milano ha chiuso le porte al piccolo investitore, costringendolo a trovare opportunità altrove. E’ questo il momento di concentrare la nostra attenzione su realtà decentrate, ancora troppo trascurate dalle amministrazioni locali.
Milano oggi è disponibile solo per i grandi investitori, quindi i grandi progetti. 
Dovremmo avere il coraggio di spostare il nostro interesse verso realtà minori dalle grandi potenzialità. Sta a noi piccoli investitori fare il primo passo.

Il settore immobiliare si sta evolvendo: vero o falso? Riflessioni dopo il Seminario del 25 Ottobre organizzato da “Scenari Immobiliari”

UNA REALTA' SEMPRE PIU' FORTE

L’industria immobiliare intesa come Asset Management, Property Management, Facility Management, Due diligence e Advisory/Valutation, sta vivendo un profondo cambiamento.
Un concetto sapientemente illustrato dall’Istituto di Ricerca Scenari Immobiliari in occasione del seminario del 25 Ottobre presso l' Hotel Principe di Savoia a Milano (@principesavoia), dedicato all’analisi dei servizi immobiliari in Italia e in Europa.
Il Presidente Dott. Mario Breglia ha illustrato un rapporto 2018 molto significativo per tutti gli operatori qualificati di settore presenti.

AGENCY E IL CONCETTO DI SERVIZIO

Ai servizi che rappresentano l’industria immobiliare va aggiunto quello delle AGENCY, su sui mi voglio soffermare per competenze e significative esperienze personali.
Mi piacerebbe poter dire che anche le agenzie stanno vivendo un profondo cambiamento. Magari, purtroppo non è così!
Solo dopo una lunga esperienza vissuta in ambito Agency, finalizzata all’ottimizzazione dalla vendita immobiliare attraverso l’impiego di innovativi strumenti di marketing, ho capito che il mondo delle agenzie immobiliari non cambierà mai, non ne ha voglia.

NON BASTA PIU' MA NON E' MAI BASTATO

Mi sono sentita dire innumerevoli volte che oggi non si può più parlare di agente immobiliare tradizionale, bensì di consulente in grado di offrire un vasto numero di servizi (finanziari, assicurativi, ecc).
Il mercato in effetti oggi ci suggerisce che non basta più il mediatore che metta in relazione due o più parti per la conclusione di un affare, secondo l’art. 1745 del Codice Civile.
Siamo perfettamente d’accordo nell’affermare che i clienti non sono più disposti a pagare una provvigione per un servizio che viene percepito come una semplice “informazione immobiliare” e nella maggior parte dei casi neppure di qualità.

STRADE DIVERSE, FIGURE DIVERSE PER RAGGIUNGERE L'OBIETTIVO

Tutta teoria, tutti bei concetti che non trovano conferme nella realtà. La verità è che i cosiddetti “consulenti immobiliari” odierni non sono altro che i tradizionali agenti che non hanno alcuna voglia di "evolversi" in una figura più capace e professionalmente utile.
Fino a quando le Agency hanno come obiettivo principe quello di vendere case nel più breve tempo possibile, anche andando contro gli interessi dei venditori e a volte degli stessi compratori, la situazione si consoliderà sempre più verso un mercato del PRIVATO e dei fondi d'investimento.

E QUINDI .....?

Il mercato del PRIVATO e quello dei fondi D'INVESTIMENTO o investitori tradizionali troveranno strade diverse, (lo stanno già facendo), per vendere al meglio i propri immobili senza utilizzare il canale della mediazione tradizionale che oggi risulta quasi totalmente senza valore aggiunto ad esclusione di pochissimi casi lungimiranti che avranno sicuramente vita facile su un mercato che richiede qualità, servizi e risposte sempre più appropriate.

LA PRIMA NOVITA’ DEL 2016 E’ ARRIVATA

Il 2016 è arrivato, finalmente o per fortuna, qualcuno direbbe.

webstaginggabriellasala

La buona notizia è che il mercato immobiliare sembra riprendersi, sembra uscire dalla crisi. Non ci dimenticheremo di questa crisi che è stata molto lunga e che tutti speriamo possa sfociare in una fase caratterizzata dalla stabilità dei prezzi e dall’aumento delle transazioni.

Ancora una volta nel futuro (come sempre in ogni fase di cambiamento), gli strumenti che saranno utilizzati dagli agenti immobiliari per vendere al meglio saranno importanti.

La capacità di “saper vendere” non può essere solo ed unicamente l’unica caratteristica per avere successo in questo mondo. Se la forza vendita immobiliare non si convince che deve iniziare ad utilizzare strumenti adeguati, semplici, pratici ed utili, la ripresa non sarà certo facilitata.

Negli ultimi anni mi sono impegnata sul mercato del marketing immobiliare e della formazione. Il 2015 ha regalato ai miei Clienti e alla sottoscritta delle belle soddisfazioni e di questo sono contenta. Fare Home Staging per vendere al meglio oggi per molti di voi è diventato un fattore usuale, che fa la differenza nel successo della Vostra vendita immobiliare. Dobbiamo sempre ricordare il perché di dover utilizzare e proporre validi ed efficaci strumenti di vendita immobiliare: due i punti che suggerisco

CAROSELTENNOROSSO1

  • Dare maggiore consapevolezza del valore dell’immobile e valorizzarne al meglio caratteristiche magari poco visibili
  • Aumentare il numero di “contatti” derivanti da attività di ingaggio ben definite che richiamano le più attuali metodologie di Inbound Marketing (anche  nel campo immobiliare).

L’Home Staging di qualità oramai è una realtà e il mercato saprà sempre più differenziare e fare la giusta chiarezza, come sempre è stato e come sarà. Ogni percorso professionale è il frutto di un insieme di caratteristiche, capacità, valenze che contraddistingue ognuno di noi; questo produce i risultati del successo e il mercato è pronto a fare la giusta selezione.

TENNO2

Nel 2015 mi sono chiesta quale poteva essere l’evoluzione dell’Home Staging, quale strumento mancava per completarne l’efficacia. Tutti voi avete a che fare con i portali immobiliari, tanti forse anche troppi! Con loro siete abituati a lavorare e operare con più o meno soddisfazione.

Per il 2016 qualcosa di diverso da un portale immobiliare! Così dal gennaio del 2016 nel mio servizio di Home Staging sarà compreso il WEBSTAGING che permetterà di avere in un vero e proprio sito dedicato all’appartamento da me trattato uno spazio unico, gabettidiretto e riservato.

Chiedete a Riccardo Oliari della Gabetti Riva del Garda, che lo sta utilizzando.

Non vi dico di più perché sarete Voi a scoprire il tutto, visitate la pagina dedicata al sito oppure andate direttamente al sito www.webstaging.it. In ogni caso contattatemi perché con il mio esclusivo servizio di Home Staging avrai già compreso nel prezzo questo nuovo e potente strumento di vendita.

RICORDA! NON E’ UN PORTALE IMMOBILIARE.

UN APPARTAMENTO=UN SITO DEDICATO=UN SOGNO=UNA REALTA’

Quando la Videoformazione si incontra con una TV immobiliare!

Inizia una nuova avventura, densa, concreta e sono sicura sarà molto utile per tutti Voi. In molti ogni giorno mi chiedete consigli pareri su concetti di Home Staging.

Abbiamo quindi pensato che FARE una rubrica televisiva in un canale tematico, (di alta qualità di contenuti), dedicato al mondo immobiliare è una cosa concreta che può essere di aiuto a tutti Voi nel fare un business migliore.

Detto FATTO !

logoREALTORTV

Assieme agli amici di RealtorTV ecco la prima puntata di lancio, ora Vi aspetto tutti numerosi alle prossime puntate che potrete commentare nei social o nel mio BLOG.
A dimenticavo …..! La produzione come ben sapete è stata seguita dagli amici di Idea Technologies, io ho scelto loro per gestire il mio mondo IMMAGINE, SOCIAL e WEB 2.0!

Un gioco divertente tra Agenti Immobiliari

Chi vuole fare Home Staging per vendere di più?

Non se lo sono fatto dire due volte gli agenti Remax. Guardate cosa è successo venerdì 2 Ottobre presso l’Agenzia Remax Loserimm

RHO1

Avere desiderio di cambiare il proprio modo di vendere con divertimento ! Andare oltre gli orizzonti del semplice venditore ! Il miglioramento della tua capacità di vendita passa anche da un sano divertimento nel saper apprendere nuove metodologie di vendita.

Se desideri tutto questo non perdere tempo, seguimi in uno dei miei corsi. Hai visto l’effetto?

Tanto entusiasmo e tanta voglia di cambiare. Il tutto condito da una buona dose di sorrisi. Si perché, un agente triste non riuscirà né ad acquisire né a vendere.

Non essere GRIGIO ed INCOLORE nella tua vendita !

Venderai di più e meglio!

L’HOME STAGING FA PER TE!

Quindi …FORMARE ma con il sorriso è una costante del mio modo di lavorare con voi!

Mettiamoci alla prova assieme!

Home Staging gratuito o a pagamento?

Ognuno svolga il proprio ruolo!  Che l’Agente faccia l’Agente non l’Home Stager. Parole sagge.

Eppure qualcosa può fare l’Agente per se stesso (o meglio per le sue PROVVIGIONI) e per il Venditore.

Guardate un po’ cosa suggerisce questa infografica che ho preparato per voi.

HS gratuito o a pagamento

Il punto è sapere cosa consigliare ai Venditori per vendere meglio le loro case e realizzare al più presto le “meritate” provvigioni.

Salvatore Coddetta ed io ci saremo proprio per questo. Seguite il link se volete saperne di più http://www.formarealestate.it/corso-3-45/home-staging-per-agenti-immobiliari.html

Il Grande Agente Immobiliare guarda oltre…

Guarda oltre… non attendere che migliori il panorama immobiliare.

Ricordati che gli affari vanno sempre bene per i pettirossi, i quali non aspettano che qualcuno stani dal terreno i vermi per loro!

E allora vieni al prossimo corso che terrò con Salvatore Coddetta a Milano il 12 Novembre.

Abbiamo tante cose efficaci da comunicarti!

Abbiamo tanta voglia di essere utili al tuo business!

Ti aspettiamo!

 

Per vendere casa alle donne non serve essere donne

E se ti aiutassi a vendere più case? Ricorda che generalmente è la donna che sceglie casa. Presta quindi la giusta attenzione a lei come Acquirente, ma soprattutto a lei come donna!

Sicuramente saprai che le decisioni d’acquisto sono fortemente influenzate dalle donne, in particolare se l’oggetto d’acquisto è la casa.

Sarai quindi d’accordo con me sul fatto che dobbiamo conoscere bene il nostro cliente donna per ottenere risultati di vendita.

“Siamo così, dolcemente complicate,

sempre più emozionate, delicate,

ma potrai trovarci ancora qui

nelle sere tempestose,

portaci delle rose,

nuove cose

e ti diremo ancora un altro “si”.”

                                                           (Fiorella Mannoia)

Nessuno ha mai detto che siamo semplici! Le differenze tra uomo e donna sono palesemente marcate a livello cerebrale.

Eppure spesso ci sfugge questo aspetto, direi fondamentale, in una strategia di vendita immobiliare.

Il tuo successo di vendita, caro Agente Immobiliare, è strettamente legato alla consapevolezza della diversa natura tra uomo e donna. Il bravo Agente è colui che dimostra capacità nel comprendere a fondo i bisogni delle donne, perché questo lo aiuterà a sviluppare una forte relazione con la cliente donna e migliorerà sensibilmente l’esito della trattativa.

Il bravo Agente Immobiliare sa di dover presentare al meglio la casa proposta perché la donna osserva tutto, l’ordine e il disordine, la pulizia e la sporcizia; la casa curata e quella trascurata. Fà caso ai dettagli, ama gli ambienti profumati…

Dreaming woman in headset over drawn living room background

Il bravo Agente sa di non poter trascurare nessun particolare se vuole fare colpo sulla sua Acquirente. E allora dovrà:

– fornire un’esperienza d’acquisto positiva
– rendere la donna Acquirente partecipe del processo di vendita
– affidarsi alle tecniche di Home Staging per far innamorare la sua Acquirente

Approfondisci con noi, Salvatore Coddetta ed io, i più importanti aspetti dell’Home Staging iscrivendoti al Corso di Home Staging per Agenti Immobiliari.

E allora, uomini che vendono alle donne o donne che vendono alle donne?

Tutti possono vendere alle donne a patto che imparino ad offrire loro una vendita “emozionale. Fai Home Staging per far scattare la scintilla!

 

 

Agente Immobiliare e Acquirente a confronto: un gioco da ragazzi gestire le obiezioni dell’Acquirente

Coyote o Beep Beep? Metaforicamente parlando è come assistere a una sfida tra Wile il Coyote e Road Runner detto Beep Beep. Il primo sempre vittima delle astuzie del velocissimo Beep Beep.

Per evitare di cascare nella trappola di Beep Beep (Acquirente) sempre pronto a rinfacciarti i difetti dell’immobile (magari ad accentuarli), prova a organizzarti con una strategia di vendita “astuta”. Mettiti sullo stesso piano del tuo “sfidante” (se acquisisci maggior sicurezza e fiducia in te stesso, lo vivrai come un alleato, perché alla fine riuscirai a vendergli l’immobile).

E allora basta all’immagine dell’Agente che soccombe, che subisce le obiezioni dell’Acquirente. Basta all’Agente che si nasconde dietro l’alibi della crisi per giustificare le non vendite.

wile_e__coyote

Mi piace invece pensare che il mondo sia pieno di tanti Agenti Immobiliari con lo spirito di questo Coyote.

Un Coyote disposto a superare i suoi limiti e a trasformare le sue paure in coraggio.

Un Coyote che assume un atteggiamento mentale positivo di fronte alle obiezioni dell’Acquirente. Diventano esse un pretesto per migliorare la propria strategia di vendita e giocare d’astuzia sull’Acquirente

Spesso l’Agente ha a che fa con immobili pieni di piccole criticità. Niente di serio, ma nell’insieme i piccoli difetti diventano onerosi per gli Acquirenti. Ed eccoli pronti a ingigantire le condizioni dell’immobile sperando di poter far leva sul prezzo e quindi negoziare sino all’ultimo centesimo di euro.

E allora cosa fare per evitare che l’Acquirente ci spiattelli una quantità esagerata di difetti?

Fatti furbo! Previeni le obiezioni dell’Acquirente, riducendo da subito i difetti che tu stesso non faticherai ad individuare in fase di acquisizione.

Sai bene che la reazione emotiva di un Acquirente è alla base della sua decisione d’acquisto.

Se presterai attenzione al modo di presentare l’immobile, rendendolo accattivante, l’Acquirente avrà la sensazione di non dover spendere molto in opere di ristrutturazione o abbellimento.

Se ti farà piacere, potremo affrontare e approfondire insieme, questo ed altri argomenti, al corso che terrò a Milano con Salvatore Coddetta il 12 novembre 2015 dalle 9.30 alle 17.30.

 

Le regole per presentare meglio un immobile e ottenere più contratti in esclusiva

Saper presentare in modo efficace un immobile è alla base di una buona vendita.

In questo articolo voglio ricordarti alcune regole che ti permetteranno di migliorare i risultati di vendita:

Regola 1: Fai pulire tutto l’immobile.  A volte è sufficiente una pulizia di fondo per migliorare l’aspetto della casa.

Regola 2: Elimina gli odori; essi renderanno sicuramente meno attraente l’immobile.

Regola 3: Rimuovi gli oggetti di troppo: quadri in eccesso, foto personali, mobili in più, soprattutto in cucina e nel bagno. Si tratta di zone in cui è necessario mostrare più spazio, pulizia e ordine.

Regola 4: Elimina gli oggetti “personali“. Gli acquirenti hanno difficoltà a visualizzare questa casa come la “loro” nuova casa se ci sono tutti gli effetti personali del venditore. Dai alla casa un look neutro, come se non si sappia chi ci vive.

Regola 5: Accendi tutte le luci, comprese le lampade da tavolo. Le azionerai in un colpo solo dall’interruttore generale prima di ogni visita.

Le case luminose si vendono meglio delle case buie.

Insomma, spiega ai proprietari l’importanza di presentare l’immobile in maniera impeccabile. Dimostra loro che ti prenderai cura dell’immobile, che attuerai un’efficace strategia di vendita. A fronte di questo impegno potrai chiedere loro di affidarti in esclusiva l’immobile. Solo così potrai garantire risultati di vendita.

blog-wow-01

L’effetto wow fa vendere!!!

12 Novembre 2015 a Milano vieni al corso Home Staging per Agenti Immobiliari.

Per ottimizzare le tue energie ed ottenere più risultati!

 

real-estate-report

 

 

 

 

 

Chi sono Roberto Alessandro Giovanna Gaetano Anna Maria Claudio Giovanna Salvatore Antonio Davide Riccardo Mauro Ruben Daniele Annalisa Stefano?

Sono dei nuovi amici, sono dei validi professionisti, sono delle persone speciali!

Sono vostri colleghi che hanno fatto una scelta: essere diversi nel lavoro che fanno tutti i giorni.

Da dove sono partiti? Dall’Home Staging e dalla voglia di cambiare, dalla voglia di emozionare i loro clienti, dalla voglia di dare un qualcosa in più che li farà ricordare.

Un bravo a tutti quanti e un grazie per il cambiamento che hanno iniziato a vivere. E un ringraziamento particolare a Remax che ha reso possibile il nostro corso.

Buon lavoro ragazzi e buon business!

E ora vediamo un po’ dei loro grandi lavori.

home-staging-annalisa-maitilasso (2)

home-staging-annalisa-maitilasso

home-staging-annalisa-maitilasso (4)

Vi aspetto numerosi al mio prossimo corso, perché voglio anche voi!!!

Gabriella

Un caso di successo immobiliare UTILE per il Vostro business: appartamento venduto in soli 30 gg. !

Ho una buona notizia per Voi, finalmente una maggiore propensione al cambiamento da parte degli Agenti immobiliari e delle Agenzie.

BRAVI !

Quotidianamente mi confronto con loro e mi affianco per aiutarli a trovare soluzioni in grado di raggiungere gli obiettivi di vendita nel miglior modo, nel minor tempo e con la massima resa.

E’ un grande piacere condividere con tutti Voi un caso reale di vendita di successo raggiunto da un mio importante cliente:

casa-style

Quando decidiamo di sposare il concetto di Home Staging,  per la riuscita di una vendita immobiliare, è importante tenere in considerazione 4 fattori fondamentali:

  1. Posizione geografica
  2. Qualità dell’immobile
  3. Prezzo
  4. Tempo

Cosa è accaduto nell’appartamento in Calusco D’adda ? Ecco la situazione che abbiamo dovuto affrontare:

Posizione geografica: poco felice, in prossimità di una zona industriale

Qualità dell’immobile: lascio parlare le foto!

Prezzo: elevato per la tipologia proposta

Tempo: sul mercato da due anni!

calusco_soggiorno_primacalusco_cameretta_primacalusco_camera letto_prima

 

AVERE UN STRATEGIA !

Qual è stata la strategia di vendita adottata da Casa & Style?

Fare in modo di elevare la qualità dell’immobile e contemporaneamente di ridurre di pochissimo il prezzo.

RISULTATO OTTENUTO !

Risultato dell’operazione: in pochissimo si sono triplicati i contatti e con 5 visite si è chiusa la trattativa! Il tutto in 30 gg.!

calusco_soggiorno_dopocalusco_camera letto_dopocalusco_cameretta_dopo

NON VI RESTA CHE CONDIVIDERE QUESTO POST E SE DECIDERETE DI LAVORARE CON ME AVRETE UNA BELLA SORPRESA !

Home Staging, Open House e MLS uniti da un unico destino: vendita immobiliare di successo!

Vi ricordate dell’Open House organizzato in centro a Milano il 29 gennaio?

Ebbene, appartamento venduto in soli 50 gg.  Era sul mercato da un anno!

Chi è ancora convinto che l’Home Staging non serva a nulla, che l’Open House non funzioni in Italia, che l’MLS faccia solo spendere e guadagnare poco?

open house home staging mls

Abbiamo creato una grande squadra, composta da:

– agenzia immobiliare che ha tracciato la strategia > Michela Gallus di Studio I.M.Mobiliare

– Gabriella Sala che ha eseguito l’intervento di Home Staging

– Collaborazione tra agenzie = MLS Replat e agenzie di zona

 

Collaborate gente, collaborate!

A presto

Gabriella

 

 

 

La prima agenzia immobiliare “esperienziale” in Italia

BENVENUTI A CASA 🙂

La casa è quel posto dove, quando ci andate, vi accolgono sempre.”  (cit. Robert Frost).

Una casa accogliente, confortevole, ricca di calore umano: è  così che ho pensato l’agenzia esperienziale realizzata per l’Immobiliare Zama.

Senza dubbio l’agenzia influisce sull’esperienza d’acquisto del compratore. Essa può giocare su variabili emozionali per rafforzare l’immagine del marchio e la decisione d’acquisto dell’acquirente.

L’agenzia esperienziale si distingue anche fisicamente, nella struttura, nel design degli interni dalle classiche agenzie, tutte uguali e spesso fredde.

Il progetto di agenzia immobiliare esperienziale mira alla creazione di un’atmosfera che coinvolga l’acquirente con un approccio multisensoriale e che ha effetti subconsci e non esclusivamente razionali sulla sua decisione d’acquisto.

Ma allora come deve essere un’agenzia esperienziale? Ecco il primo progetto realizzato per l’Agenzia Immobiliare Zama del circuito MLS Replat.

Partiamo dall’esterno dell’agenzia: la vetrina. Essa dovrà rappresentare un vero e proprio richiamo per i clienti. La vetrina è un elemento fondamentale per l’Agenzia Immobiliare. Con la vetrina l’Agente comunica in modo esplicito e diretto con il cliente, il quale deciderà se scegliervi.

PRIMA

vetrina ImmZAMA

ImmZAMA ADOPO

L’ingresso è stato pensato come un salotto dove accogliere i vostri clienti. L’ingresso rappresenta la connessione, anche comunicazionale tra l’ambiente della strada e l’interno dell’agenzia.  Munitevi di un Tablet dove avrete preparato una presentazione per ciascun immobile che farete scorrere insieme al vostro cliente nell’area salotto.

Fate trovare al vostro cliente un clima confortevole, né troppo caldo, né troppo freddo. Ogni eccesso di temperatura può generare emozioni negative associate all’agenzia.

PRIMA

entrata zama

ImmZAMA B DOPO

Gli stimoli sensoriali vengono sollecitati da percorsi luminosi, sonori e olfattivi volti a suscitare emozioni che, senza ombra di dubbio, influenzeranno il comportamento d’acquisto.

Il percorso emozionale continua nella zona “biblioteca” che abbiamo previsto in area salotto. Una biblioteca speciale dedicata al Design (creatività/originalità), ai temi della casa. Una serie di volumi piacevoli da sfogliare, ispiratori della nostra nuova, prossima casa che l’agenzia ci aiuterà a trovare.

PRIMA

zona bar zama

ImmZAMA CDOPO

Una zona Cafè rende ancora più esperienziale la nostra agenzia. Se avete spazio a sufficienza, realizzate un angolo dove i vostri clienti posso vivere momenti di condivisione e relax, un punto di incontro dove poter scambiare pensieri ed emozioni.

PRIMA

zona operativa zama

ImmZAMA DDOPO

Gli arredi classici dell’agenzia rappresentati da scrivanie, sedie, strutture espositive (fisse e mobili) portanti per i cartelli vetrina, non devono mancare. Tuttavia potremo pensare di utilizzare le scrivanie solo per le attività di routine.

PRIMA

sala riunioni zama

ImmZAMA EDOPO

PRIMA

zona lavora e ricreativa zama

ImmZAMA FDOPO

L’agenzia esperienziale avrà anche un’area dedicata ai bambini. Dovremo far sentire i nostri clienti a loro agio. Una piccola zona giochi che ci aiuterà a distrarre i bambini per il tempo necessario (attività ludiche/dimensione ricreativa). Basterà un tavolo, una lavagna (che piace sempre tanto), matite colorate e pennarelli. Qualche peluche, alcuni giocattoli, il tutto collocato in un angolo della nostra agenzia.

ImmZAMA G DOPO

E l’illuminazione? Anch’essa da non trascurare. Contribuisce a creare un’atmosfera calda e accogliente. Luci troppo deboli? Troppo forti? In entrambe i casi esse genereranno un senso di fastidio. Quindi prestate attenzione alla scelta delle luci.

Oltre a questi aspetti assumono ormai sempre più importanza le caratteristiche per così dire intangibili come profumi, aromi, colori, musica e suoni di ambiente.