Non smettere mai di preoccuparti della Customer Satisfaction

Siamo proprio sicuri di aver soddisfatto a pieno il nostro cliente?

Non tutti i clienti hanno il coraggio di dire a viso aperto che non li abbiamo soddisfatti. Succede quindi che vanno dalla concorrenza senza darci la possibilità di recuperare. Questo è il cliente peggiore a mio avviso.

Un cliente apparentemente soddisfatto è un cliente perso.

Ecco perché non basta avere clienti abbastanza soddisfatti. Costoro saranno i primi ad andarsene e non ci metteranno molto a trovare un servizio o un prodotto migliore o un venditore più bravo di noi.

Anche quando pensiamo di aver fatto il massimo per il nostro cliente non dobbiamo allentare l’interesse nei suoi riguardi; non dobbiamo dare l’impressione che una volta conclusa la trattativa il cliente non ci serva più.

Per questo dico che "NON DOBBIAMO SMETTERE MAI DI…"


Per garantire un certo livello di soddisfazione del cliente è necessario mantenere un approccio di miglioramento continuo. E’ normale che con il passare del tempo gli elevati standard qualitativi raggiunti con il cliente tendano a deteriorarsi. In altre parole, ci “abituiamo” al cliente e non lo trattiamo più come persona speciale. E il cliente si “abitua” al nostro standard e vuole di più. Scatta in lui la pena dell’insoddisfazione derivata dalle nostre attenzioni di routine.

Prova a riflettere sul fatto che solo il 4% dei clienti insoddisfatti si lamenta. Quindi non fidatevi mai della soddisfazione apparente.

Hai mai pensato di lavorare sulla fedeltà del cliente?

Il cliente pienamente soddisfatto diventerà un cliente fedele che raccomanderà i nostri servizi o prodotti rispetto a un cliente abbastanza soddisfatto.

Quando la Videoformazione si incontra con una TV immobiliare!

Inizia una nuova avventura, densa, concreta e sono sicura sarà molto utile per tutti Voi. In molti ogni giorno mi chiedete consigli pareri su concetti di Home Staging.

Abbiamo quindi pensato che FARE una rubrica televisiva in un canale tematico, (di alta qualità di contenuti), dedicato al mondo immobiliare è una cosa concreta che può essere di aiuto a tutti Voi nel fare un business migliore.

Detto FATTO !

logoREALTORTV

Assieme agli amici di RealtorTV ecco la prima puntata di lancio, ora Vi aspetto tutti numerosi alle prossime puntate che potrete commentare nei social o nel mio BLOG.
A dimenticavo …..! La produzione come ben sapete è stata seguita dagli amici di Idea Technologies, io ho scelto loro per gestire il mio mondo IMMAGINE, SOCIAL e WEB 2.0!

Per vendere casa alle donne non serve essere donne

E se ti aiutassi a vendere più case? Ricorda che generalmente è la donna che sceglie casa. Presta quindi la giusta attenzione a lei come Acquirente, ma soprattutto a lei come donna!

Sicuramente saprai che le decisioni d’acquisto sono fortemente influenzate dalle donne, in particolare se l’oggetto d’acquisto è la casa.

Sarai quindi d’accordo con me sul fatto che dobbiamo conoscere bene il nostro cliente donna per ottenere risultati di vendita.

“Siamo così, dolcemente complicate,

sempre più emozionate, delicate,

ma potrai trovarci ancora qui

nelle sere tempestose,

portaci delle rose,

nuove cose

e ti diremo ancora un altro “si”.”

                                                           (Fiorella Mannoia)

Nessuno ha mai detto che siamo semplici! Le differenze tra uomo e donna sono palesemente marcate a livello cerebrale.

Eppure spesso ci sfugge questo aspetto, direi fondamentale, in una strategia di vendita immobiliare.

Il tuo successo di vendita, caro Agente Immobiliare, è strettamente legato alla consapevolezza della diversa natura tra uomo e donna. Il bravo Agente è colui che dimostra capacità nel comprendere a fondo i bisogni delle donne, perché questo lo aiuterà a sviluppare una forte relazione con la cliente donna e migliorerà sensibilmente l’esito della trattativa.

Il bravo Agente Immobiliare sa di dover presentare al meglio la casa proposta perché la donna osserva tutto, l’ordine e il disordine, la pulizia e la sporcizia; la casa curata e quella trascurata. Fà caso ai dettagli, ama gli ambienti profumati…

Dreaming woman in headset over drawn living room background

Il bravo Agente sa di non poter trascurare nessun particolare se vuole fare colpo sulla sua Acquirente. E allora dovrà:

– fornire un’esperienza d’acquisto positiva
– rendere la donna Acquirente partecipe del processo di vendita
– affidarsi alle tecniche di Home Staging per far innamorare la sua Acquirente

Approfondisci con noi, Salvatore Coddetta ed io, i più importanti aspetti dell’Home Staging iscrivendoti al Corso di Home Staging per Agenti Immobiliari.

E allora, uomini che vendono alle donne o donne che vendono alle donne?

Tutti possono vendere alle donne a patto che imparino ad offrire loro una vendita “emozionale. Fai Home Staging per far scattare la scintilla!

 

 

Chi sono Roberto Alessandro Giovanna Gaetano Anna Maria Claudio Giovanna Salvatore Antonio Davide Riccardo Mauro Ruben Daniele Annalisa Stefano?

Sono dei nuovi amici, sono dei validi professionisti, sono delle persone speciali!

Sono vostri colleghi che hanno fatto una scelta: essere diversi nel lavoro che fanno tutti i giorni.

Da dove sono partiti? Dall’Home Staging e dalla voglia di cambiare, dalla voglia di emozionare i loro clienti, dalla voglia di dare un qualcosa in più che li farà ricordare.

Un bravo a tutti quanti e un grazie per il cambiamento che hanno iniziato a vivere. E un ringraziamento particolare a Remax che ha reso possibile il nostro corso.

Buon lavoro ragazzi e buon business!

E ora vediamo un po’ dei loro grandi lavori.

home-staging-annalisa-maitilasso (2)

home-staging-annalisa-maitilasso

home-staging-annalisa-maitilasso (4)

Vi aspetto numerosi al mio prossimo corso, perché voglio anche voi!!!

Gabriella

Un caso di successo immobiliare UTILE per il Vostro business: appartamento venduto in soli 30 gg. !

Ho una buona notizia per Voi, finalmente una maggiore propensione al cambiamento da parte degli Agenti immobiliari e delle Agenzie.

BRAVI !

Quotidianamente mi confronto con loro e mi affianco per aiutarli a trovare soluzioni in grado di raggiungere gli obiettivi di vendita nel miglior modo, nel minor tempo e con la massima resa.

E’ un grande piacere condividere con tutti Voi un caso reale di vendita di successo raggiunto da un mio importante cliente:

casa-style

Quando decidiamo di sposare il concetto di Home Staging,  per la riuscita di una vendita immobiliare, è importante tenere in considerazione 4 fattori fondamentali:

  1. Posizione geografica
  2. Qualità dell’immobile
  3. Prezzo
  4. Tempo

Cosa è accaduto nell’appartamento in Calusco D’adda ? Ecco la situazione che abbiamo dovuto affrontare:

Posizione geografica: poco felice, in prossimità di una zona industriale

Qualità dell’immobile: lascio parlare le foto!

Prezzo: elevato per la tipologia proposta

Tempo: sul mercato da due anni!

calusco_soggiorno_primacalusco_cameretta_primacalusco_camera letto_prima

 

AVERE UN STRATEGIA !

Qual è stata la strategia di vendita adottata da Casa & Style?

Fare in modo di elevare la qualità dell’immobile e contemporaneamente di ridurre di pochissimo il prezzo.

RISULTATO OTTENUTO !

Risultato dell’operazione: in pochissimo si sono triplicati i contatti e con 5 visite si è chiusa la trattativa! Il tutto in 30 gg.!

calusco_soggiorno_dopocalusco_camera letto_dopocalusco_cameretta_dopo

NON VI RESTA CHE CONDIVIDERE QUESTO POST E SE DECIDERETE DI LAVORARE CON ME AVRETE UNA BELLA SORPRESA !

La prima agenzia immobiliare “esperienziale” in Italia

BENVENUTI A CASA 🙂

La casa è quel posto dove, quando ci andate, vi accolgono sempre.”  (cit. Robert Frost).

Una casa accogliente, confortevole, ricca di calore umano: è  così che ho pensato l’agenzia esperienziale realizzata per l’Immobiliare Zama.

Senza dubbio l’agenzia influisce sull’esperienza d’acquisto del compratore. Essa può giocare su variabili emozionali per rafforzare l’immagine del marchio e la decisione d’acquisto dell’acquirente.

L’agenzia esperienziale si distingue anche fisicamente, nella struttura, nel design degli interni dalle classiche agenzie, tutte uguali e spesso fredde.

Il progetto di agenzia immobiliare esperienziale mira alla creazione di un’atmosfera che coinvolga l’acquirente con un approccio multisensoriale e che ha effetti subconsci e non esclusivamente razionali sulla sua decisione d’acquisto.

Ma allora come deve essere un’agenzia esperienziale? Ecco il primo progetto realizzato per l’Agenzia Immobiliare Zama del circuito MLS Replat.

Partiamo dall’esterno dell’agenzia: la vetrina. Essa dovrà rappresentare un vero e proprio richiamo per i clienti. La vetrina è un elemento fondamentale per l’Agenzia Immobiliare. Con la vetrina l’Agente comunica in modo esplicito e diretto con il cliente, il quale deciderà se scegliervi.

PRIMA

vetrina ImmZAMA

ImmZAMA ADOPO

L’ingresso è stato pensato come un salotto dove accogliere i vostri clienti. L’ingresso rappresenta la connessione, anche comunicazionale tra l’ambiente della strada e l’interno dell’agenzia.  Munitevi di un Tablet dove avrete preparato una presentazione per ciascun immobile che farete scorrere insieme al vostro cliente nell’area salotto.

Fate trovare al vostro cliente un clima confortevole, né troppo caldo, né troppo freddo. Ogni eccesso di temperatura può generare emozioni negative associate all’agenzia.

PRIMA

entrata zama

ImmZAMA B DOPO

Gli stimoli sensoriali vengono sollecitati da percorsi luminosi, sonori e olfattivi volti a suscitare emozioni che, senza ombra di dubbio, influenzeranno il comportamento d’acquisto.

Il percorso emozionale continua nella zona “biblioteca” che abbiamo previsto in area salotto. Una biblioteca speciale dedicata al Design (creatività/originalità), ai temi della casa. Una serie di volumi piacevoli da sfogliare, ispiratori della nostra nuova, prossima casa che l’agenzia ci aiuterà a trovare.

PRIMA

zona bar zama

ImmZAMA CDOPO

Una zona Cafè rende ancora più esperienziale la nostra agenzia. Se avete spazio a sufficienza, realizzate un angolo dove i vostri clienti posso vivere momenti di condivisione e relax, un punto di incontro dove poter scambiare pensieri ed emozioni.

PRIMA

zona operativa zama

ImmZAMA DDOPO

Gli arredi classici dell’agenzia rappresentati da scrivanie, sedie, strutture espositive (fisse e mobili) portanti per i cartelli vetrina, non devono mancare. Tuttavia potremo pensare di utilizzare le scrivanie solo per le attività di routine.

PRIMA

sala riunioni zama

ImmZAMA EDOPO

PRIMA

zona lavora e ricreativa zama

ImmZAMA FDOPO

L’agenzia esperienziale avrà anche un’area dedicata ai bambini. Dovremo far sentire i nostri clienti a loro agio. Una piccola zona giochi che ci aiuterà a distrarre i bambini per il tempo necessario (attività ludiche/dimensione ricreativa). Basterà un tavolo, una lavagna (che piace sempre tanto), matite colorate e pennarelli. Qualche peluche, alcuni giocattoli, il tutto collocato in un angolo della nostra agenzia.

ImmZAMA G DOPO

E l’illuminazione? Anch’essa da non trascurare. Contribuisce a creare un’atmosfera calda e accogliente. Luci troppo deboli? Troppo forti? In entrambe i casi esse genereranno un senso di fastidio. Quindi prestate attenzione alla scelta delle luci.

Oltre a questi aspetti assumono ormai sempre più importanza le caratteristiche per così dire intangibili come profumi, aromi, colori, musica e suoni di ambiente.

 

Come vendere un immobile in tempi record

Prenditi 5 minuti di tempo per leggere alcuni suggerimenti efficaci per una vendita immobiliare intelligente.

Per poter vendere un immobile in tempi rapidi e a un prezzo adeguato, il prodotto commerciale (pensalo così perchè tale è) che stai proponendo ai tuoi potenziali acquirenti deve avere 4 caratteristiche:

1 deve essere pulito e ordinato: può sembrare scontato, invece è elevato il numero delle case in vendita dove sovrasta il disordine.

2 deve essere accattivante: deve poter generare il cosiddetto effetto “WOW”! In molti casi l’immobile richiede piccoli interventi di relooking, tecnicamente chiamati interventi di Home Staging, che aiutano a vendere più rapidamente l’immobile. Sono sufficienti 10 secondi a creare nel compratore una buona o cattiva impressione. Fai quindi in modo che da subito si innamori della casa che gli stai proponendo.

3 deve farci sognare e trasmettere sensazioni di benessere: questo può avvenire solo con una casa ben presentata.

4 deve essere fotografata in modo professionale. Che lo faccia tu o un fotografo professionista, quel che conta è pubblicare sui portali immobiliari foto di ottima qualità al fine di attirare il maggior numero di potenziali acquirenti.

In sintesi, il tuo immobile deve poter generare un’esperienza memorabile che presto si tradurrà in esperienza d’acquisto.

home staging lainate

Negli anni si sono sviluppate strategie e tecniche di vendita immobiliare in grado di aiutarti a sbloccare la situazione di stallo del mercato immobiliare odierno. Esse rientrano in piano di marketing detto esperienziale, di cui fa parte anche l’Home Staging.

Ricordati che l’emozione fa vendere. Se vuoi convertire delle intenzioni di acquisto in vendite effettive devi affidarti alla componente emozionale. Devi arrivare in profondità nei sentimenti del potenziale acquirente.

Se vuoi approfondire, vai alla pagina http://www.formarealestate.it/corso-3-45/marketing-esperienziale-immobiliare.html

Ecco com’è andato l’Open House nel centro storico di Milano

Le prime visite già alle 9.30. Eccomi in compagnia di Michela Gallus di Studio IM. Mobiliare, la promotrice dell’evento e Laura Merla di Elle Emme Immobiliare.

open house 29 gennaio_1

Tutto il giorno (siamo andati oltre il termine previsto delle 15.30) un’alternanza di potenziali clienti ed agenzie aperte alla collaborazione, della piattaforma Replat e non.

L’appartamento viene visitato con molta attenzione e curiosità. D’altronde eventi di questo tipo negli Stati Uniti sono all’ordine del giorno, in Italia ancora poco concepiti. Pareri discordanti tra gli agenti italiani in merito all’Open House. Chi non ci crede, chi invece come Michela Gallus ha capito la necessità di migliorare la strategia di vendita.

open house 29 gennaio_3

Con l’evento si sono “aperte le danze”. Gli agenti presenti oggi hanno subito fatto mente locale sui clienti potenzialmente interessati a questo immobile. Nei prossimi giorni inizieranno le visite.

open house 29 gennaio_6

Vi farò sapere come andranno le trattative.

Un caro saluto a tutti!

 

Open House nel centro storico di Milano il 29 gennaio con Studio I.M.Mobiliare

Cari amici,

con grande piacere e soddisfazione vi presento un’operazione immobiliare che vede come protagonisti tre attori:

– l’agenzia Studio I.M.Mobiliare

Replat

Gabriella Sala (Home Stager)

Ecco gli step dell’evento.

1 Preparazione dell’immobile mediante il servizio di Home Staging.

Vi ricordo che l’appartamento era completamente vuoto e da ristrutturare in parte. La proprietà ha lasciato solo la libreria a parete visibile nelle immagini. Ha inoltre imbiancato.

Al resto ci ho pensato io, occupandomi dell’allestimento totale dell’appartamento.

2 Pubblicità e organizzazione dell’evento a cura dell’agenzia incaricata delle vendita (Studio I.M.Mobiliare)

3 Comunicazione agli associati Replat con invito a visitare appartamento da proporre a potenziale clienti.

In parallelo, invito a clienti diretti di Studio I.M. Mobiliare. L’evento avrà luogo giovedì 29 gennaio dalle 9.30 alle 15.30. Buona vendita a tutti gli interessati!!! Ma ci sarò anch’io, cari agenti, per affiancarvi nel rendere memorabile questa esperienza di vendita 🙂

Lupetta 1

 

 

 

Lupetta 2

 

 

 

 

 

Lupetta 4

 

 

 

 

Lupetta 5

 

 

 

 

 

 

Lupetta 8

 

Il ruolo delle emozioni nel processo di acquisto di una casa: lo racconterò giovedì 13 novembre in Replat

Voglio andare oltre il concetto di workshop perchè so che a pochi interessa partecipare a un corso di Home Staging, se non intenzionati a diventare professionisti nel settore. Gli agenti immobiliari, per fortuna non tutti, sono molto scettici e purtroppo ancora convinti di poter vendere seguendo le stesse strategie commerciali del passato.

Ma non mi faccio intimorire da tanta diffidenza. Proseguo per la mia strada, profondamente convinta  che riusciamo a vendere case solo se emozioniamo. E ve lo dimostrerò con dati alla mano.

Vi prometto che sarò molto sintetica nel raccontarvi che cos’è l’Home Staging. Eviterei volentieri, ma devo, per rispetto nei riguardi dei presenti in aula che non ne hanno mai sentito parlare.

Non amo la banalità, pertanto eviterò di affrontare i soliti discorsi, triti e ritriti, sulla crisi del settore immobiliare. Partirò invece da una nota positiva, rivolgendomi a quelle agenzie che, nonostante tutto, le case le vendono! Vedremo come…

corso_Home_Staging_Milano_red

Vi aspetto giovedì 13 novembre presso la sede Replat.

A presto

 

 

Work in progress dell’appartamento pilota nella Residenza Casa del Parco

Un Open House organizzato dall’Agenzia Rotondaro Immobili di Prestigio per promuovere la nuova Residenza Casa del Parco a Rozzano.

Un team composto da tre persone: la forza fisica di Gianni, il prezioso aiuto di Irene Gagliazzo, una neo Home Stager formata da StagedHomes. Già dimenticavo… c’ero anch’io!

Dopo aver fatto imbiancare (usando alcune note di colore) e pulire l’appartamento, abbiamo disposto arredi ed accessori in ogni stanza, ordinandoli per ambiente. Le foto che seguono documentano i vari step dell’allestimento sino al risultato finale. Rozz_WorkingProgress_001_resize

Rozz_WorkingProgress_003_resize

Rozz_WorkingProgress_012_resize

Rozz_WorkingProgress_004_resize

Rozz_WorkingProgress_005_resize

Rozz_WorkingProgress_006_resize

Rozz_WorkingProgress_008_resize

Rozz_WorkingProgress_011_resize

La cucina non era prevista inizialmente, nel senso che avrei usato un pannello in forex o un banner realizzato da uno stampatore, come già fatto in passato per altri appartamenti. D’un tratto è spuntata una cucina inutilizzata dall’agenzia immobiliare incaricata della vendita dell’intera residenza. Rozz_WorkingProgress_013_resize

Rozz_WorkingProgress_014_resize

Per entrambe le camere sono state utilizzate brandine Ikea, facili da trasportare e montare.

Rozz_WorkingProgress_018_resize

Rozz_WorkingProgress_019_resize

Sono rimasta soddisfatta del paravento che ho realizzato con due antine di un vecchio armadio, tinteggiate e unite da un paio di cerniere, coperte da un boa di struzzo.

Rozz_WorkingProgress_020_resize

Rozz_WorkingProgress_021_resize

Rozz_WorkingProgress_022_resize

Rozz_WorkingProgress_023_resize

Rozz_WorkingProgress_024_resize

Rozz_WorkingProgress_027_resize

Rozz_WorkingProgress_039_resize

Rozz_WorkingProgress_040_resize

Rozz_WorkingProgress_041_resize

Rozz_WorkingProgress_042_resize

Coloro che avessero domande o volessero approfondire gli step del processo possono contattarmi. Sono sempre disponibile al confronto e scambio di idee!

A presto!

Gabriella

Una giornata con L’Immobiliare.com

Ho avuto l’onore di essere stata scelta dalla famiglia Grimaldi come partner esclusiva per il servizio di Home Staging.

Oltre 40 agenzie sparse in tutta Italia con cui lavorare per proporre case alle quali non si può dire di no.

3 luglio 2014_c

Sapete cosa significa questo? Che coinvolgerò tanti miei colleghi del Centro e Sud Italia per questo grande progetto.

3 luglio 2014_a

gabriella

Orgogliosa di tutto questo per me e i miei colleghi. Ma soprattutto felice di poter lavorare insieme agli agenti per realizzare l’obiettivo che ci accomuna: vendere le case!

A presto!

Gabriella

Un Home Staging realizzato alla velocità della luce: ecco tutti gli step

Un piccolo appartamento vicino alla Bocconi da vendere subito, perchè adesso è il momento buono: prima che ricominci l’università.

Davvero grazioso ma senza “appeal”. L’agenzia Milano Bocconi del gruppo LineaCasa Real Estate Agency, con cui si è avviato ormai un ottimo rapporto di collaborazione, mi chiama chiedendo il mio supporto per accelerare la vendita.

Vi illustro gli step di questo lavoro.

STEP 1: le foto dell’agenzia

foto agenzia 1

foto agenzia 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

foto agenzia 4

foto agenzia 3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

foto agenzia 5

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

STEP 2: le mie foto prima dell’interventoprima mio 6prima mio 7 prima mio 5 prima mio 4

prima mio 3

prima mio 2

 STEP 3: il risultato finale. Home Staging + foto con watermark su richiesta dell’agenzia

dopo 1
dopo 3dopo 2dopo 4dopo 5dopo 6dopo 7dopo 8dopo 10dopo 9

E adesso al lavoro! A quale giovane studente della Bocconi non piacerebe questo gioiello di appartamento?

Buona vendita ragazzi!

 

 

 

L’Home Staging per i costruttori continua: ecco un nuovo appartamento campione

I risultati sono immediati e tangibili: i potenziali acquirenti sono fortemente attratti da appartamenti così presentati. La differenza da un mese all’altro è subito percepita dall’agenzia immobiliare che ne gestisce la vendita. Da 3 visite in un mese si è passati a 6 visite in una settimana.

L’acquirente sceglie di visitare un appartamento in base a ciò che vede; quindi ambienti accoglienti nella forma e nella percezione olfattiva (profumati), fanno scattare il desiderio e la curiosità di visitare la casa, scelta in prima battuta sul web.

Altro fattore da non sottovalutare è la consapevolezza degli spazi. Arredare, anche se parzialmente, aiuta l’acquirente a comprendere la vera dimensione della casa. Lo aiuta anche ad organizzare gli spazi, prendendo spunto da ciò che gli altri hanno fatto per lui.

dopo 1

dopo 2

dopo 3

dopo 4

dopo 5

dopo 6

dopo 7

dopo 8

dopo 9

dopo 10

dopo 11

dopo 12

dopo 13

dopo 14

Ecco come avrebbero dovuto visitare l’appartamento senza Home Staging.

 prima 1prima 2

 

 

 

prima 3

prima 4

 

 

 

 

Un caro saluto a tutti!

Gabriella