Rivalutare i mobili antichi con i giusti colori

Entrando nelle case delle persone mi trovo spesso di fronte alla necessità di contestualizzare mobili antichi in ambienti moderni. Vuoi perché abbiamo ereditato un pezzo antico da una persona cara, oppure perché abbiamo deciso di acquistarne uno, magari in qualche mercatino o negozio d’antichità, ci ritroviamo a dover fare i conti con un mix di stili che, se ben armonizzati tra loro, possono creare degli effetti davvero interessanti. Viceversa, se mischiati senza una logica estetica rischiano l’effetto disordine e affollamento.

A seconda delle tonalità di legno dei mobili antichi che introduciamo in uno spazio, è importante utilizzare in modo equilibrato elementi di arredo come imbottiti, lampade, tappeti, oltre alla scelta ponderata del colore delle pareti. 

In questo articolo ti suggerisco alcune idee per aiutarti a scegliere i migliori colori da adattarsi ai diversi toni di legno creando una moodboard che ne metta in risalto l’aspetto naturale.

1. Considera le tonalità di colore del legno

Ogni legno ha proprie caratteristiche distintive, anche se molti hanno colori, venature, motivi o tessiture simili. Per scegliere i colori delle pareti o i tessuti da abbinare ai tuoi pezzi in legno, parti dalle tonalità dominanti.  Devi per prima cosa considerare se preferisci una combinazione di colori ad alto contrasto o abbinamenti dai toni delicati. 

2. Alto contrasto: scuro su scuro, scuro su chiaro

Possiamo creare contrasto seguendo due modalità:

  • Mobili dalle finiture scure su pareti scure, per chi ama le ambientazioni cariche di colore (scuro su scuro).

 

Photo: @Stephen Packwood
Photo: @Kovah
  • Tonalità di legno scuro su pareti chiare per accentuare il pezzo antico (magari di valore).

 

Le finiture scure, come il mogano, il noce o il ciliegio, risaltano nettamente sui colori chiari, come il panna o l’azzurro (scuro su chiaro).

Il contrasto dato da scuro su chiaro, richiama più attenzione sui mobili, un vantaggio se hai un bel pezzo che vuoi mettere in evidenza. Se hai molti mobili scuri in una stanza di colore chiaro, tuttavia, lo spazio potrebbe sembrare molto affollato. Ti consiglio quindi di mantenere una disposizione dei mobili ordinata e snella per compensare l’impressione di affollamento. Per ottenere un contrasto elevato con finiture di tonalità media, mantenere il colore della parete chiaro, creando la massima differenza possibile tra i valori del colore del legno e la parete.

È inoltre possibile utilizzare i colori del legno dei mobili come spunto per i colori delle pareti. Se il colore dominante nel legno sembra essere rosso (ciliegio), ad esempio, uno sfondo color mattone migliorerà e intensificherà la tonalità del legno.  

3. Basso contrasto: tono su tono

L’abbinamento di tonalità di uguale intensità crea un basso contrasto. Tuttavia, ciò non significa necessariamente che i mobili passino in secondo piano.  Il valore del colore del legno è uguale a quello del muro, ad esempio legni marroni medi e colori tenui o di tonalità media; l’effetto è più contenuto perché i toni sono tenui.

Photo: @gabriellasala

 

Photo: @beazy

La combinazione di moderno e antico in abbinamento alla scelta della palette cromatica che può si avvicina al tuo gusto, non può essere improvvisata. Quindi non farti prendere dall’ansia di dover utilizzare tutto ciò che hai a disposizione oppure non acquistare a caso anche se ti attira molto quel pezzo antico. Ogni cosa va messa al posto giusto. 

Ricorda, scuro su scuro per un effetto drammatico, scuro su chiara per gli amanti del contrasto moderato e chiaro su chiaro per coloro che prediligono atmosfere delicate.

Al prossimo post! Ci conto 🙂

Svelato il colore Pantone dell’anno! E’ il Radiant Orchid

L’Emerald del 2013, selezionato dall’azienda statunitense, cede il posto al Radiant Orchid. Una tonalità definita come una incantevole armonia di fucsia, con sfumature di viola e rosa. Radiant Orchid ispira fiducia ed emana grande gioia, amore e benessere. Si tratta di un viola, che attira con il suo fascino accattivante. Per tutto l’anno il Radiant Orchid verrà impiegato come colore di punta della gamma dei prodotti Pantone.

Pantone Color Institute, un’autorità di fama mondiale per quanto riguarda il colore, dopo aver attentamente analizzato il mercato mondiale ha decretato che sarà proprio questa tonalità di rosa-viola il colore più usato ed amato dell’anno.

Pantone 18-3224

Il Radiant Orchid sarà usato nella Moda, nel Beauty e nell’Home Decor. Esso può adattarsi in tutti gli ambienti, a patto che non si esageri. Bastano solo alcuni elementi del color Radiant Orchid, mischiati a quelli già esistenti nella casa, per fare tendenza.

radiant orchid_salotto

In questo salone si è deciso di dedicare una parete al Radiant Orchid.

radiant orchid_camera

 Tende e plaid in Radiant Orchid per la camera da letto.

radiant orchid_tavola

Uno scintillante runner in abbinamento a un tovagliolo per decorare la tavola in Radiant Orchid.

Se il Radiant Orchid ha la proprietà di emanare gioia, amore e benessere, significa che è il colore perfetto da usare nelle case.

 

 

 

 

 

Un evento speciale: Hotel Details presso il Castello di Montegufoni a Firenze

Una location splendida, perfetta per ospitare oggetti esclusivi, selezionati per il mondo ricettivo.
In collaborazione con 13Ricrea ho partecipato a questo evento dal 26 al 28 ottobre.

Mission dell’evento: sensibilizzare le strutture alberghiere al rinnovamento (relooking) e al miglioramento degli ambienti, puntando sulla scelta di oggetti “speciali”, capaci di emozionare al primo impatto.

Un’occasione importante per me, dove ho potuto incontrare, in una cornice davvero suggestiva, una serie di aziende che mi aiuteranno a realizzare un progetto di Hotel Staging, dedicato alle strutture alberghiere di medio livello.

Il direttore creativo, Fabio Orsolini, noto Visual e Interior Designer, con significativa esperienza nella consulenza d’immagine aziendale.

Molteplici gli elementi che hanno arricchito l’evento:

Fashion: una sfilata di moda e sposa nella bellissima cornice del castello.

Wine: degustazione delle migliori cantine Toscane.

Culture: presentazione di una nuovissima ed esclusiva applicazione guida per la visita virtuale dei monumenti e delle chiese più importanti del patrimonio culturale italiano.

Food Design: durante la cena di gala un menu tradizionale toscano rivisitato nel più particolare food design da autorevoli chef.

Sound: sonorità e sound progettati per resort ed hotel, creando l’atmosfera dell’ospitalità emozionale.

Ripresa insieme ad Adriana Lohmann accanto ad una delle splendide creazioni da lei realizzate. Una Lighting Designer creatrice di lampadari e sculture luminose glamour, emozionali ed ecosostenibili, caratterizzate dalle influenze del mondo della moda, del Bio-Design e dalla ricerca di nuovi utilizzi per materiali nobili. In poche parole, opere mozzafiato.

In questi giorni ho conosciuto artisti di grande valore umano e creativo. Non potendo citarli tutti, mi limito a ringraziarli e ad invitarli ad affrontare questo mercato, un po’ sofferente, sempre con lo stesso entusiasmo manifestato in questo evento.

A presto!

Ti presento 13ricrea, partner nella fornitura di arredi …ecologici!

13 ricrea - Gabriella Sala

Molti lavori fervono dietro le quinte: ti presento oggi parte dei frutti in due importanti segnalazioni.

In primo luogo, sono felice di annunciare la nuova partnership con Angela Mensi, designer e fondatrice di 13 ricrea e instancabile ricercatrice di materiali e nuove esperienze. La sua attenzione all’ecologia la porta a pensare che ogni nuovo oggetto, idea o progetto, debba contenere la parola “green”.

Quale partner più adatto per l’attività di Home Staging?

Fondatrice di 13 ricrea, Angela fornirà gli arredi per le mie future attività di restyling e relooking, amplificandone l’efficacia dei risultati, sempre strizzando l’occhio alla qualità e alla novità dei materiali usati.

Hotel staging

Ti comunico inoltre come in occasione dell’evento Hotel Details, sarò presente dal 26 al 28 ottobre in Toscana, a Firenze, al Castello di Montegufoni. Un evento promosso da 13 ricrea stessa e dedicato al settore alberghiero, in cui proporrò ai partecipanti una visione nuova sulle tecniche di relooking e restyling applicate alle strutture ricettive.

L’obiettivo è fornire ai miei clienti e ai partecipanti una visione nuova sulle tecniche di Home (e Hotel) Staging, sfruttando materiali di qualità, innovativi o semplicemente inaspettati.

Sempre più spesso l’indice di gradimento di un oggetto e di un ambiente passa dalla sua capacità di stimolare emozioni positive e questa operazione spesso è possibile con piccoli cambiamenti a costo contenuto. All’interno della location di Montegufoni gli arredi di 13 ricrea insieme alla mia opera di restyling saranno la testimonianza di come pochi gesti giusti possano far rinascere uno spazio.

Il corso di fotografia per home staging? Un successo! Ecco com’è andata…

partecipanti corso fotografia

Non avevo dubbi sulla riuscita del corso.
In una sola parola: un successo!

Ancora una conferma sulla professionalità dell’associazione. Sai perché ho scelto di entrare a far parte di Staged Homes? Senza nulla togliere alle recenti realtà immobiliari che stanno promuovendo corsi di Home Staging, ho capito che con Staged Homes avrei soddisfatto il mio temperamento molto “americano”.

Non a caso presidente e vice presidente sono americani! 😉

Bisogna riconoscere che “questi americani” hanno una marcia in più. Non fai in tempo a proporre loro un’idea, che subito si traduce in azione. Sarebbe bello poter dire lo stesso di noi italiani!

Dico questo perchè qualche mese fa proposi loro di realizzare il corso di fotografia per Home Staging presso il mio loft. L’idea è nata pensando ai partecipanti del corso. Mi sono chiesta: “se facessi un corso di fotografia per Home Staging non sarebbe fantastico fotografare un ambiente già curato nei particolari, ricco di dettagli colorati e non, capaci di conferire un’anima all’immobile?”

Risultato: partecipanti entusiasti e desiderosi di mettere subito in pratica quello che avevano imparato. Ambiente perfetto e insegnante davvero brava. Poche gocce di teoria e poi via con la pratica. Liberi di muoversi per tutto il loft dentro e fuori, scattando foto a ruota libera.

Ci saranno altre sessioni? La richiesta mi è arrivata quasi subito da Amy Lentini, presidente di Staged Homes. Dipenderà dalla disponibilità del loft. In qualunque caso, è stata davvero una bella esperienza!

Nuovi progetti bollono in pentola per l’autunno.
Tornerò presto a raccontarti di cosa si tratta!

Buone vacanze!