Agente Immobiliare e Acquirente a confronto: un gioco da ragazzi gestire le obiezioni dell’Acquirente

Coyote o Beep Beep? Metaforicamente parlando è come assistere a una sfida tra Wile il Coyote e Road Runner detto Beep Beep. Il primo sempre vittima delle astuzie del velocissimo Beep Beep.

Per evitare di cascare nella trappola di Beep Beep (Acquirente) sempre pronto a rinfacciarti i difetti dell’immobile (magari ad accentuarli), prova a organizzarti con una strategia di vendita “astuta”. Mettiti sullo stesso piano del tuo “sfidante” (se acquisisci maggior sicurezza e fiducia in te stesso, lo vivrai come un alleato, perché alla fine riuscirai a vendergli l’immobile).

E allora basta all’immagine dell’Agente che soccombe, che subisce le obiezioni dell’Acquirente. Basta all’Agente che si nasconde dietro l’alibi della crisi per giustificare le non vendite.

wile_e__coyote

Mi piace invece pensare che il mondo sia pieno di tanti Agenti Immobiliari con lo spirito di questo Coyote.

Un Coyote disposto a superare i suoi limiti e a trasformare le sue paure in coraggio.

Un Coyote che assume un atteggiamento mentale positivo di fronte alle obiezioni dell’Acquirente. Diventano esse un pretesto per migliorare la propria strategia di vendita e giocare d’astuzia sull’Acquirente

Spesso l’Agente ha a che fa con immobili pieni di piccole criticità. Niente di serio, ma nell’insieme i piccoli difetti diventano onerosi per gli Acquirenti. Ed eccoli pronti a ingigantire le condizioni dell’immobile sperando di poter far leva sul prezzo e quindi negoziare sino all’ultimo centesimo di euro.

E allora cosa fare per evitare che l’Acquirente ci spiattelli una quantità esagerata di difetti?

Fatti furbo! Previeni le obiezioni dell’Acquirente, riducendo da subito i difetti che tu stesso non faticherai ad individuare in fase di acquisizione.

Sai bene che la reazione emotiva di un Acquirente è alla base della sua decisione d’acquisto.

Se presterai attenzione al modo di presentare l’immobile, rendendolo accattivante, l’Acquirente avrà la sensazione di non dover spendere molto in opere di ristrutturazione o abbellimento.

Se ti farà piacere, potremo affrontare e approfondire insieme, questo ed altri argomenti, al corso che terrò a Milano con Salvatore Coddetta il 12 novembre 2015 dalle 9.30 alle 17.30.

 

Condividi
questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

© 2020 Gabriella Sala  P.iva IT09781830964 – Privacy

Torna su